Posted on

QUALI SONO I BENEFICI DELLA STANZA DEL SALE?

BY: Mirco Falconi / 0 COMMENTS / CATEGORIES: resort, spa, terme

La stanza o grotta del sale, sono ambienti ricoperti di sale marino, in cui si crea un microclima caratterizzato da temperatura e umidità costanti; realizzabili in centri benessere o anche in abitazioni private, hanno la caratteristica di avere l’assenza di allergeni patogeni oltre avere un forte potere antibatterico. Sono innumerevoli i benefici all’apparato respiratorio e pelle.

All’interno della stanza del sale, viene installata una macchina in grado di nebulizzare il sale nell’aria in modo da essere respirato e fornire all’utente, tutte le sue caratteristiche benefiche.
Una grotta di sale deve avere caratteristiche ben precise: Temperatura compresa tra i 18° e i 24°C, Assenza di sostanze inquinanti, Umidità tra il 40 e il 60%
.

Benefici respiratori: il sale nebulizzato e respirato riduce i disturbi legati all’apparato respiratorio quali mal di gola, tosse, bronchite, asma, ecc. Il sale infatti, agisce come “spazzino”: le sue polveri sono ricoperte da sostanze che, una volta respirate, aiutano il muco a risalire e abbandonare polmoni e bronchi. Stessa cosa succede per germi e batteri che in questo modo si allontanano da tonsille e faringe.
Benefici dermatologici: il sale è ricco di elementi benefici che aiutano a depurare la pelle e mantenerla limpida. Importante in caso di acne ed eczemi; frequentare sedute nelle grotte di sale risulta inoltre utile in caso di dermatiti e psoriasi.
Contro lo stress: I trattamenti nella grotta di sale sono consigliati anche per rilassarsi e combattere lo stress quotidiano in quanto il sale ha una naturale capacità di bilanciare la carica positiva dell’organismo legando ioni positivi  in eccesso a ioni negativi del sale.

Durata della seduta: Solitamente una sessione è della durata di circa 45 minuti. Secondo dei recenti studi, respirare l’aria pulita e ricca di benefici del sale aiuta a ridurre l’assunzione di antibiotici e cortisonici.

Aqvam Wellness  Pool è in grado di progettare e realizzare la tua stanza del sale personalizzata, contattaci qui

Aqvam Wellness  Pool, Gli Artigiani del Benessere.
tel. +39 0577 1606796

Tel.+39 3939534567
www.aqvam.com

stanza del sales

Read More
Posted on

Si risparmia ad avere la piscina con acqua salata?

BY: Mirco Falconi / 0 COMMENTS / CATEGORIES: ph, Pool, QUOTES, resort, spa, terme, Uncategorized

La risposta è si! Attraverso un semplice strumento che si chiama elettrolisi o più semplicemente “salinatori” possiamo avere l’acqua salata a casa nostra risparmiando anche sul portafoglio!
L’elettrolisi del sale producono sale naturale. Essi fanno ricorso a un campo magnetico che scinde il cloruro di sodio in sodio e cloro; nasce quindi l’ipoclorito di sodio, un disinfettante attivo che uccide batteri, funghi ed alghe delle nostre piscine.
Si tratta inoltre di un processo naturalmente reiterato, dal momento che per effetto dell’energia solare, il cloro si ritrasforma a sua volta in sale per riavviare il ciclo di elettrolisi dall’inizio.
I vantaggi del “salinatore”:
• Salute: Zero prodotti chimici, l’unica sostanza richiesta per avviare il processo è il sale, naturale.
• Risparmio: bastano 5 grammi di sale per ogni litro d’acqua per un effetto adeguato. Un risparmio notevole rispetto alle pastiglie di cloro e agli altri additivi.
• Piacere: con l’elettrolisi del sale si riduce il fastidioso odore di cloro e si ha l’acqua salata della nostra piscina più simile a quella marina.
Le piscine con acqua salata richiedono meno manutenzione rispetto a quelle con sistemi convenzionali al cloro.
Chiaro che non bisogna dimenticare il costo inziale di fornitura ed installazione di elettrolisi per gestire la piscina a sale ma si avrà un risparmio di prodotti chimici nel tempo.
Il trattamento dell’acqua attraverso il sale, diminuisce in maniera rilevante la necessità di ricorrere a prodotti chimici come il cloro granulare o pastiglie. In questo modo, l’impatto sull’ambiente e sull’uomo sarà molto più eco sostenibile.
Aqvam fornisce ed installa elettrolisi secondo le vostre esigenze richiedi informazioni
tel. 0577 1606796 – 075 9697730
WhatsApp +39 3939534567
www.aqvam.com
AQVAM effettua la costruzione di piscine e centri benessere in Perugia, nei Comuni di Assisi Bastia Umbra Bettona Bevagna Campello sul Clitunno Cannara Cascia Castel Ritaldi Castiglione del Lago Cerreto di Spoleto Citerna Città della PieveCittà di Castello Collazzone Corciano CostacciaroDeruta Foligno Fossato di Vico Fratta TodinaGiano dell’Umbria Gualdo Cattaneo Gualdo Tadino Gubbio Lisciano Niccone MagioneMarsciano Massa Martana Monte Castello di VibioMonte Santa Maria Tiberina MontefalcoMonteleone di Spoleto Montone Nocera UmbraNorcia Paciano Panicale Passignano sul Trasimeno Perugia Piegaro PietralungaPoggiodomo Preci San Giustino Sant’Anatolia di Narco Scheggia e Pascelupo Scheggino SellanoSigillo Spello Spoleto Todi Torgiano Trevi Tuoro sul Trasimeno Umbertide Valfabbrica Vallo di Nera Valtopina; in Umbria anche nella Provincia di Terni, in Toscana ad Arezzo nei comuni di Arezzo, Castiglion Fiorentino, Cortona, Monte San Savino, Montevarchi, San Giovanni Valdarno Sansepolcro Anghiari Lucignano Badia Talla Terranuova Bracciolini Subbiano Sestino Pratovecchio Pieve Santo Stefano Ortignano Montevarchi Monterchi Monte San Savino Marciano della Chiana Laterina Pergine Valdarno Cortona Civitella della Chiana Cavriglia Castiglion Fiorentino Chitignano Castiglion Fibocchi Castelfranco Piandoscó Castel San Nicolò Castel Focognano Caprese Michelangelo Capolona Bucine Bibbiena Badia Tedalda oltre Siena nei Comuni di Abbadia San Salvatore, Asciano, Buonconvento, Casole d’Elsa, Castellina in Chianti, Castelnuovo Berardenga, Castiglione d’Orcia, Cetona, Chianciano Terme, Chiusdino, Chiusi, Colle di Val d’Elsa, Gaiole in Chianti, Montalcino, Montepulciano, Monteriggioni, Monteroni d’Arbia, Monticiano, Murlo, Piancastagnaio, Pienza, Poggibonsi, Radda in Chianti, Radicofani, Radicondoli, Rapolano Terme, San Casciano dei Bagni, San Gimignano, San Quirico d’Orcia, Sarteano, Siena, Sinalunga, Sovicille, Torrita di Siena, Trequanda, Firenze Grosseto Lucca Pistoia Prato Pisa Livorno Massa Carrara Roma Viterbo Rieti ed in tutto il territorio Nazionale con numerosi partner e associati.

Read More
Posted on

QUALI SONO LE NORMATIVE DA RISPETTARE PER PROGETTARE UNA PISCINA?

BY: Mirco Falconi / 0 COMMENTS / CATEGORIES: Pool, resort, spa, terme

La norma UNI 10637 e successive integrazioni, traccia le linee guide per la progettazione di una piscina e del suo impianto di filtrazione e ricircolo dell’acqua. Quasi ogni Regione ha adottato ed interpretato la norma. Non tutte le Regioni hanno interpretato la norma, è consigliabile contattarci se volete ricevere maggiori informazioni sulla normativa specifica della vostra Regione clicca qui.

Aqvam di seguito, riporta la sintesi base della norma.

Classificazione delle piscine

Innanzi tutto , dobbiamo verificare il tipo di piscina che ci è stato richiesto. Le piscine vengono divise in 4 tipologie con categorie:

Tipo A: piscine aperte al pubblico o ad un’utenza identificabile (con o senza il pagamento del biglietto di ingresso).

Categoria A1: piscine pubbliche, come quelle comunali.

Categoria A2: piscine ad uso collettivo, attività ricettive o al servizio della collettività (alberghi, agriturismi, campeggi, palestre, scuole, caserme, etc.).

Categoria A3: piscine per il gioco acquatico.

Tipo B: piscine condominiali, destinate all’uso esclusivo degli abitanti del condominio e dei loro ospiti (esclusi i condomini  fino a 4 unità abitative).

Tipo C: piscine ad uso riabilitative e curativo (collocate all’interno di strutture propedeutiche).

Tipo D: Piscine al servizio di unità abitative monofamiliare o bifamiliari – trifamiliari – quadrifamiliari.

 

Impianto di circolazione

L’immissione dell’acqua in vasca può avvenire sia dalle pareti che dal fondo, purché si garantisca l’omogeneizzazione dell’acqua stessa.

Le tubazioni della piscina di tipo A e B devono essere dimensionate in modo da avere perdite di carico ≤ di 40 mm/m per l’aspirazione e 70 mm/m per la mandata. La velocità dell’acqua di circolazione, deve essere ≤ di 1,7 m/sec. in aspirazione, tranne che per il tratto di collegamento della pompa al collettore, ≤ di 2,5 m/sec. in mandata, tranne che per il tratto di collegamento della pompa al collettore.

Sistemi di ripresa artificiale

1) Skimmer: l’impiego degli skimmers è consentito solamente nelle piscine di tipo A2 aventi una superficie ≤ 100 mq, in numero almeno di 1 skimmer ogni 20 mq, nelle piscine di tpo B con una superficie ≤ 150 mq, in numero di almeno 1 skimmer ogni 35 mq e in tutte le piscine di tipo D, dove si raccomanda almeno 1 skimmer ogni 35 mq.

1) Sfioro: lo sfioro deve estendersi per le vasche rettangolari almeno sui lati lunghi e per le forme libere almeno per il 60% del perimetro esterno della vasca. Il bordo sfioratore e le tubazioni dedicate devono smaltire nell’unità di tempo senza traboccare l’acqua di immissione, il volume massimo spostato dall’onda generata dai bagnanti stessi.

Vasca di compenso

Il volume della vasca di compenso deve essere sufficiente a mantenere il numero massimo dei bagnanti presenti in vasca (di norma 8-10% della vasca principale). La vasca di compenso deve essere accessibile, di facile pulizia e svuotabile, oltre ad avere lo scarico del troppo pieno.

Obbligatorio il reintegro prima del raggiungimento del livello minimo, per evitare lo stand-by delle pompe fino al raggiungimento del livello di marcia.

Reintegro e rinnovo dell’acqua

Le piscine di tipo A2 e B devono essere dotate di impianto di reintegro automatico e rinnovo oltre all’impianto troppopieno. Sull’impianto di reintegro e rinnovo delle piscine di tipo A e B deve essere installato un contalitri per la misurare i litri d’acqua effettivamente immessi in vasca.

Questa è solo una sintesi della Normatica UNI 10637, lo staff di Aqvam è ben lieto di aiutarti gratuitamente e senza impegno a consigliarti sul miglior impianto di trattamento acqua per la tua piscina del tuo albergo, bed and breakfast, casa vacanze, campeggio, affittacamere. Contattaci qui.

AQVAM effettua costruzioni di piscine e centri benessere in Perugia Terni Arezzo Siena Firenze Grosseto Lucca Pistoia Prato Pisa Livorno Massa Carrara Roma Viterbo Rieti ed in tutto il territorio Nazionale con numerosi partner e associati.

Read More
Posted on

Che bella la neve in inverno ma…

BY: Mirco Falconi / 0 COMMENTS / CATEGORIES: Pool, resort

Che bella la neve in inverno ma…potrebbe rovinare la nostra copertura invernale della piscina?

SI, È IMPORTANTE TOGLIERE LA NEVE DALLA COPERTURA INVERNALE

La neve fresca, dello spessore di 100 cm, può pesare fino a 100 Kg  a mc, il peso potrebbe influire negativamente sulla resistenza della nostra copertura invernale. Se diventa ghiaccio può pesare fino al 3 volte tanto!

Ecco che cosa può creare troppo peso alla nostra piscina:

  • Piscine fuori terra, il peso della neve può far collassare la struttura mettallica;
  • Piscine fuori interrate, il peso della neve può strappare il telo invernale se è stato montato troppo teso;

 

Con l’aumento delle temperature, la deve diventerà acqua e dobbiamo essere pronti a togliere l’acqua superflua sulla copertura, a meno che tu non abbia comperato una copertura drenante.

 

ECCO COME RIMUOVERE LA NEVE DA UNA COPERTURA INVERNALE

Ti citiamo alcune di soluzioni su come rimuovere la neve da una copertura invernale:

  • non usate una pala metallica con lati taglienti, potrebbe causare danni alla tua copertura invernale bucandola e lasciando entrare acqua sporca in vasca
  • se la neve è leggere all’inizio e hai un soffia foglie usalo così che, mentre nevica
  • usa una lunga scopa e spingi la neve fuori dalla copertura

 

Con questi piccoli accorgimenti, possiamo godere dell’atmosfera della neve senza recare danni alla nostra piscina.

Se volete approfondire o chiederci gratuitamente altre informazioni gratuitamente non esitare a contattarci qui.

Buone Feste da Aqvam

winter pool aqvam

AQVAM effettua la costruzione di piscine e centri benessere in Perugia Terni Arezzo Siena Firenze Grosseto Lucca Pistoia Prato Pisa Livorno Massa Carrara Roma Viterbo Rieti ed in tutto il territorio Nazionale con numerosi partner e associati.

Read More
Posted on

La Storia delle Terme

BY: Mirco Falconi / 0 COMMENTS / CATEGORIES: resort, spa, terme

Le terme si svilupparono a partire dal II secolo a.C e rappresentarono uno dei principali luoghi di ritrovo e ricreativi di tutta la popolazione durante l’epoca romana.

I primi impianti termali nacquero in luoghi dotati di sorgenti naturali di acque calde o curative. Soprattutto in età imperiale, le terme divennero elemento imprescindibile delle città nell’impero, grazie al livello di tecnologia raggiunto sullo sviluppo di tecniche di riscaldamento delle acque.
Con dei focolari sotterranei si riscaldava l’acqua e diffondendo aria calda dagli ipocausti (spazi sottostanti alle pavimentazioni sospese). L’aspetto delle terme imperiali era imponente; gli ambienti erano sviluppati in successione, con all’interno una vasca di acqua fredda, Il frigidario, di forma circolare coperta a cupola a temperatura bassa, il calidario, con bacini di acqua calda. Posta tra la sala del frigidario e quella del calidario, vi era una stanza mantenuta a temperatura tiepida, il tepidario, ambiente in cui veniva mantenuto un raffreddamento artificiale. Oltre al calidario, si utilizzava anche una specie di sauna, passando repentinamente dal caldo al freddo. Le natationes erano le vasche utilizzate per le libere nuotate.

Gli impianti termali, in particolare quelli più grandi, comprendevano attorno al loro recinto una serie di attività collegate alla vita nelle terme: vari spazi accessori ospitavano la sauna, la palestra e gli spogliatoi, mentre nelle terme più sontuose e raffinate si poteva trovare spazio anche per grandi espressioni artistiche come teatri, suggestivi giochi d’acqua, fantasiosi mosaici pavimentali, marmi e biblioteche e botteghe.

Aqvam è in grado di riprodurre tali ambienti benessere nel tuo spazio relax, per saperne di più clicca qui
tel. ‭+39 0577 1606796‬
WhatsApp +39 3939534567
www.aqvam.com

riscaldamento-a-parete-ipocaustico

AQVAM effettua la costruzione di piscine e centri benessere in Perugia Terni Arezzo Siena Firenze Grosseto Lucca Pistoia Prato Pisa Livorno Massa Carrara Roma Viterbo Rieti ed in tutto il territorio Nazionale con numerosi partner e associati.

Read More